Tag : casa-prefabbricata-in-legno

post image

Casa in legno cantiere stratigrafia copertura

Casa in legno cantiere struttura al grezzo

Stratigrafia copertura

Civile abitazione con struttura xlam.

struttura

 

2 copia

 

3 copia

 

4 copia

 

5 copia

 

6 copia

 

7 copia

 

8 copia

 

 

 

post image

Perché costruire una casa in legno?

Perché costruire una casa in legno?

 

1 – Ciclo di vita

Una casa in legno, se ben progettata, ha un ciclo di vita utile maggiore rispetto al cemento armato. Il concetto di durabilità di una struttura in legno è strettamente legato al principio di manutenzione, considerato minimo rispetto a qualsiasi tipo di costruzione tradizionale. Importante è assicurare la naturale traspirabilità del materiale, aumentarne la resistenza all’umidità e prevenire la formazione di muffe e muschi.

2 – Sostenibilità

Il legno è un materiale ecologico, naturale, rinnovabile per eccellenza, non richiede dispendio di energia per la sua realizzazione all’infuori di acqua e sole necessari alla sua crescita. Inoltre, il legno è un ottimo isolante; le caratteristiche del legno consentono di trattenere e rilasciare il calore, ciò si traduce in un risparmio energetico che può variare dal 15% al 35-40% rispetto una casa in muratura, il tutto a vantaggio dell’ambiente.

3 – fuoco

Una casa in legno è sicura anche in caso di incendio in quanto il legno mantiene le proprie caratteristiche strutturali anche ad alte temperature; infatti la sua autocombustione avviene a 300° C, mentre la deformazione dell’acciaio e il rischio di crolli in una struttura di cemento armato si hanno già a 200°C. In caso di incendio, il legno si carbonizza in superficie proteggendo la sua struttura interna, si crea così uno strato protettivo sulla struttura che rallenta la velocità della fiamma, fungendo da isolante e preservando la staticità, che non viene compromessa. Una casa in legno non collassa ma, al contrario, mantiene inalterata struttura e portata per un tempo garantito.

4 – Sicurezza sismica

Test sismici hanno dimostrato che il legno è il materiale da costruzione perfetto per edificare case e strutture in luoghi altamente sismici perché:

  • il legno è un materiale duttile;
  • il legno è un materiale leggero;
  • il legno è un materiale resistente.

Le caratteristiche di leggerezza e resistenza rendono le strutture in legno elastiche e adatte ad affrontare eventi sismici, riuscendo ad assorbirne meglio le scosse, limitando così le lesioni alla struttura.

5 – Durata cantiere

Gli edifici con strutture in legno hanno tempi di costruzione, montaggio e consegna ridotti rispetto alle tradizionali costruzioni in calcestruzzo in quanto non viene contemplata l’asciugatura dei materiali essendo un sistema ad assemblaggio a secco. Ovviamente i tempi di costruzione di una casa in legno variano a seconda della tipologia e della complessità del progetto, nonché dalle dimensioni e dai tipi di impianti. Al fine di ottimizzare i tempi si deve sviluppare una progettazione integrata che tenga i considerazione tutte le fasi di cantiere e le varie componenti.

6 – Costi certi

Una casa in legno, come indicato nel blog, ha un costo certo in quanto si stipula un contratto chiavi in mano bloccando il prezzo. È ovvio che per definire il prezzo finale bisogna considerare varie componenti quali: fondazioni, allacci, esterni, costi tecnici, oneri.

7 – Libertà progettuale

Costruire in legno equivale a realizzare edifici con un design raffinato e prevedere ampi spazi, grazie al minor spessore dei muri perimetrali rispetto alla muratura tradizionale. I pregi di questo materiale hanno fatto sì che, oggi, molti architetti prediligano il legno sia per il suo pregio architettonico sia per le sue qualità costruttive.

 

 

cantiere

cantiere

post image
post image

Certificazione PEFC per la tua casa di legno

L’aspetto basilare per la scelta dell’azienda o fornitore di legname per la realizzazione di una casa prefabbricata in legno è la certificazione PEFC.

Il PEFC è la tua garanzia per quanto riguarda la materia prima legnosa, ovvero certifica che i  prodotti in legno derivano da foreste gestite in maniera sostenibile.

I seguenti principi sono parte integrante della gestione forestale PEFC:

  • conserva la foresta come habitat per animali e piante;
  • tutela la biodiversità degli ecosistemi forestali;
  • verifica l’origine delle materie prime legnose;
  • prevede il taglio delle piante rispettando il naturale ritmo di crescita della foresta;
  • prevede che le aree soggette al taglio vengano rimboschite o rigenerate e rinnovate naturalmente;
  • queste sono alcune delle funzione del  PEFC.

 

Quindi dal mio punto di vista “ciò che viene tolto alla natura deve essere ridato alla natura in maniera intelligente”, se non consideriamo questo aspetto come primario, per scegliere l’azienda fornitrice, è inutile costruire in legno.

Dal 14 al 18 settembre si terrà in Expo il 6° Congresso mondiale degli agronomi, dal titolo “La professione dell’agronomo per la responsabilità sociale nello sviluppo sostenibile e nel rispetto della diversità dei territori delle comunità locali”. Il PEFC Italia è stato incaricato dal CONAF (Consiglio dell’Ordine Nazionale dei dottori Agronomi e dottori Forestali) di coordinare il tavolo su “la produzione di cibo in foresta”, all’interno della sessione dal titolo “Alimentazione e scarti alimentari”. Si segnala che le attività principali si svolgeranno all’interno del Padiglione del World Association of Agronomists – CONAF, realizzato interamente con legno certificato PEFC da foreste venete e trentine, grazie all’opera dell’azienda Artuso Legnami (vedi notizia di approfondimento al link www.pefc.it/news-a-media/news/538-artuso-legnami-ad-expo-2015-con-legno-italiano-pefc-per-lo-stand-waa-conaf). Per saperne di più (http://www.pefc.it).

pacf